Disdetta Enel energia libero mercato 2017: costi numero verde e moduli

10042
views

Hai sottoscritto un contratto di fornitura elettrica con la storica Enel e ora vuoi disdettarlo? Scopri come fare in questa guida: qui troverai tantissime utili informazioni che ti aiutano a gestire il tuo contratto con Enel.

Se ha sottoscritto un contratto Enel a distanza (online o via telefonica) puoi recedere anticipatamente entro 14 giorni dalla conclusione, senza pagare penali né fornire le motivazioni che ti hanno condotto alla decisione di esercitare il diritto recesso. Come procedere e come esercitare il diritto di recesso? Quale Numero Verde chiamare? Quali moduli utilizzare? Cerchiamo di fornire  a tutti questi quesiti una risposta completa.

Disdetta contratto di fornitura energia elettrica Enel: come procedere

Fino a qualche tempo fa disdire da Enel era come cessare defintivamente l’allacciamento della propria abitazione o della propria attività commerciale dalla fornitura nazionale dell’energia elettrica.

Oggi, con il libero mercato disdettare il contratto di fornitura di energia elettrica con Enel consente di reperire nuove offerte e proposte commerciali che possano soddisfare le richieste dell’utenza in maniera più adeguata possibile.

Vuoi recedere dal contratto di fornitura energia elettrica Enel e non sono ancora trascorsi i 14 gg dalla sottoscrizione dello stesso? Niente paura puoi esercitare il famoso diritto di ripensamento senza obbligo di presentare le motivazioni che ti hanno portato a prendere questa decisione.

Anche nel caso in cui siano trascorsi i famosi 14 giorni dalla conclusione del contratto di fornitura energia elettrica, puoi recedere compilando il modulo disponibile che trovi nell’area clienti Enel e procedere con l’inoltro dello stesso form all’email [email protected]

Modulo da scaricare per esercitare il recesso

Qui puoi scaricare il Modulo che ti dà il diritto di esercitare il diritto di ripensamento dal contratto di fornitura di energia elettrica Enel.

Una volta compilato in ogni sua parte occorre inviarlo completo in ogni sua parte con i seguenti dati:

  • codice cliente;

• l’indirizzo dell’abitazione o dell’ufficio in cui si chiede la cessazione della fornitura;

• il nome dell’intestatario della fornitura + codice fiscale o Partita Iva;

• l’ultima lettura del contatore Enel;

• la data in cui si desidera disattivare il servizio;

• l’indirizzo in cui inviare l’ultima bolletta.

Il Modulo per l’esercizio del Diritto di Ripensamento (ai sensi del D.Lgs. 206/2005, così come modificato dal D.Lgs n. 21/2014 – Codice di consumo) deve essere inviato utilizzando una sola delle seguenti modalità:

  • Web: enelenergia.it
  • Email: [email protected]
  • Fax: 800 046 311
  • Posta: Enel Energia S.p.A, Casella Postale 8080 – 85100 Potenza.

Contatti Enel SPA

Se vuoi ricevere altre informazioni su come disdettare il contratto di fornitura energia elettrica o vuoi contattare per cercare nuove offerte promozionali ed effettuare una revisione del tuo piano tariffario puoi contattare Enel Energia anche:

  • chiamando il numero verde 800.900.860.
    Il servizio clienti è a disposizione dalle 7.00 alle 22.00 tutti i giorni dal Lunedì alla Domenica (escluse le festività nazionali). Il numero verde è gratuito, anche da cellulare.
  • recandoti al Punto Enel più vicino a te. Clicca qui per scoprire le sedi.

Costi e penali in caso di disdetta dal contratto?

Secondo quanto riportato dal contratto di fornitura energia elettrica, “in qualunque momento il Cliente può recedere, unilateralmente e senza oneri, per cambiare il Fornitore anche per una sola fornitura, rilasciando al Fornitore entrante, in occasione della stipula del nuovo contratto, apposito mandato per recedere in suo nome e conto, dal contratto in essere con Enel Energia. Il Fornitore entrante dovrà esercitare il recesso, trasmettendo la relativa comunicazione ad Enel Energia, entro e non oltre il giorno 10 (dieci) del mese precedente la data di cambio Fornitore. Qualora ci sia un ritardo nell’attivazione della fornitura da parte del nuovo, Enel Energia continuerà ad applicare le stesse condizioni economiche e contrattuali in corso”. 

Procedura di voltura e subentro

Per intestare il contratto di fornitura energia elettrica ad una persona diversa non serve chiedere la disdetta con il modulo Enel, basta domandare una voltura: basta contattare il Servizio Clienti Enel, anche via chat, dal sito ufficiale e comunicare il codice fiscale, il POD/PDR o numero Eneltel e la lettura del contatore.

La procedura di riattivazione di un contatore Enel disattivato (subentro) ha un costo di 50 euro che sono addebitati nella prima bolletta ricevuta dal subentrante. Per chiedere il subentro è sufficiente seguire le stesse modalità indicate per la voltura.